Coronavirus, tre guariti in un giorno. Da domani la ‘Fase 2’: così si prepara Casalnuovo

Casalnuovo si prepara alla Fase 2 dell’emergenza Coronavirus con una buona notizia: altre tre persone sono guarite dal Covid 19 e sono tutte appartenenti allo stesso nucleo familiare. A dare la notizia è stato il sindaco di Casalnuovo Massimo Pelliccia: «la domenica è ancora più bella quando inizia con una buona notizia. Oggi abbiamo ufficialmente altri tre cittadini guariti dal Covid 19».
Dall’inizio della pandemia che ha cambiato le nostre abitudini di vita e ci ha costretti in casa da circa due mesi, è la prima volta che in città cambia il trend: i casi di positività attiva sono 9 e il numero dei guariti sale a 14: superiore a quello dei pazienti ancora positivi. «Dobbiamo continuare a fare molta attenzione in questa nuova fase – ha detto Pelliccia – è molto delicata, ma ce l’abbiamo quasi fatta».
I casi positivi sul territorio di Casalnuovo, da quando è cominciata l’emergenza, sono 27 e di questi, solo 9 sono ancora attivi (otto sono in isolamento domiciliare, mentre 1 è ospedalizzato). I soggetti guariti sono 14 mentre purtroppo quattro sono le persone decedute.

VERSO LA FASE 2

Come si circola
La prima grande novità per domani mattina è l’obbligo della mascherina per tutte le persone che circolano. «Non ci sono alibi – ha detto il sindaco – a Casalnuovo c’è stata una massiccia distribuzione di mascherine, dunque la dovranno indossare tutti sia in un luogo pubblico che aperto al pubblico. Chi non la indosserà sarà multato». In tal senso gli agenti di polizia municipale effettueranno i controlli affinché tutti osservino le indicazioni. Naturalmente, così come indicato dal Governo, gli spostamenti sono possibili solo per questioni di necessità, di lavoro o per incontrare i congiunti.
Bar e attività di ristorazioni
A Casalnuovo, così come nel resto della Regione Campania, non ci saranno più limitazioni di orari per bar, pub, ristoranti e pizzerie che potranno rimanere aperte e lavorare per tutta la giornata ma solo per le consegne a domicilio. In tal caso si tratta di una misura più restrittiva che in altre parti d’Italia dove è possibile l’asporto dei cibi. «Chiederò nei prossimi giorni al governatore De Luca – ha detto Pelliccia – di aprire anche all’asporto, naturalmente con le dovute precauzioni. Se non sarà possibile ci organizzeremo diversamente».
Attività sportive e jogging
Da domani i cittadini potranno passeggiare senza dover osservare i limiti delle fasce orarie, con la premessa che vige l’obbligo dell’utilizzo della mascherina fuori di casa. Solo per le attività sportive rimane in vigore la fascia oraria tra le 6 e le 8,30 del mattino che viene riservata a quanti intendono svolgere attività sportiva anche con corsa veloce e senza mascherina (jogging), rispettando comunque il distanziamento sociale. A Casalnuovo, tuttavia, i parchi pubblici restano ancora chiusi per limitare il rischio di assembramento. «Al contrario – ha spiegato il sindaco – apriremo le piazze per consentire alle famiglie e ai bambini di fare una passeggiate. Naturalmente prima sarà fatta una sanificazione approfondita degli spazi».
Il caso dei parrucchieri
Come ormai è noto i parrucchieri è la categoria di lavoratori che per ultima entrerà nella Fase 2: per loro il ritorno al lavoro è fissato per il primo giugno. «In questi giorni ho ricevuto le istanze di queste persone – ha spiegato il sindaco – e ritengo che il Governo centrale non abbia voluto affrontare questa spinosa emergenza. Io nelle prossime ore scriverò al presidente De Luca e al Governo per capire se esistono i presupposti per ripartire in sicurezza».